siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


martedì 24 dicembre 2013

alberi di natale

Alberi di natale in lana


Simpatici  delicati questi segnaposto di natale che allieteranno le vostre tavole durante le feste, creati dalla nostra Daggry pon pon 


Occorrente:
Lana verde;
cartoncini colorati gr 200;
fili d'angelo natalizie;
bandierine;
piccole decorazioni;
forbici.

preparazione:
Create un pon pon (vedi "Gatto di natale Natalino"), poggiatelo su un cartoncino tondo precedentemente tagliato.
Con le forbici cominciate a tagliare dal basso e spuntatelo fino alla punta, dategli la forma di un cono.
Mettete infine i fili d'angelo come decorazione e infilate a lato la bandierina col nome segnaposto.
buone feste Daggry 


  



L’albero di Natale non è di tradizione  italiana, ma dei paesi germanici, la prima ad addobbarne uno fu la regina Margherita di Savoia (seconda metà dell’800 a Roma).
alberelli segnaposto

Ci sono mille modi diversi per adornare un albero di Natale, si va dal classico con le lucine classiche (dette pisellini a Napoli) palline e festoni agli addobbi più chic che tutti, almeno una volta vorrebbero in casa.

Ci siamo sempre ripromessi di addobbare  un albero di un solo colore, ma poi ci facciamo prendere la mano e sistemiamo tutte le palline (comprese le preferite di tutta la famiglia), perché è nostra convinzione, che, così come l’albero ha un anima e coscienza, anche gli addobbi hanno il diritto di far bella figura di se una volta l’anno.
Quella di addobbare l’albero a Natale è una vecchia tradizione che si ripete ancora oggi e che ha preso piede anche in culture e religioni assai diverse dalle nostre. 






La tradizione vuole che sia l’ abete l’albero designato,  decorato con palline di plastica colorate, festoni e lucine e ai suoi piedi i regali.
A Napoli viene preparato l’8 dicembre, mentre a Milano il 7 dicembre (S. Ambrogio) .

Ognuno poi lo decora come vuole, ma non può mancare in cima il puntale, o una stella cometa fatta di cartone e brillantini.
alberelli di natale

Ma l’albero di Natale lo ritroviamo in tutto il mondo, persino nella stazione spaziale Mir, perché è un inno alla vita a cui nessuno sa rinunciare.

Nessun commento:

Posta un commento