siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


sabato 16 maggio 2015

come fare il painting country

Come fare il painting country

Il country painting è la tecnica con cui si creano delle ombre e luci con il colore per dare un effetto tridimensionale al lavoro.
In pratica è in luce tutto quello che è in alto e davanti ed in ombra quello che è in basso o dietro.

Partendo da questo concetto, andiamo a vedere una tecnica che potrebbe esserci  utile se si lavora con le sagome, siano esse di legno, cartone, cartone pressato, di tela rigida o altro.
Con essa ho realizzato molti lavoretti e mi sono divertita anche nel farli,
Come sempre si prepara una base di gesso acrilico o semplicemente di tempera (per muri) bianca per far aggrappare meglio il lavoro.
Prendiamo per esempio il nostro “Contadino country” realizzato seguendo le istruzioni sulla rivista découpage e creatività n. 14.
Tagliamo da un cartone rigido (una scatola usata andrà benissimo) la nostra sagoma e passiamoci una mano di gesso acrilico bianco come base.
Con una matita sottile contornate il viso, i vestiti, le scarpe ecc, se non ci riuscite usate la carta copiativa.

In sintesi, dopo aver dipinto il fondo di ogni accessorio, cappello, pantaloni, viso ecc. dovete lumeggiare il lavoro.
Es. il pantalone, dopo averlo dipinto di grigio, a lavoro asciutto sulle pieghe e i contorni, si passano piccole e lunghe pennellate di grigio leggermente più scuro del fondo, su queste ultime asciutte, se ne passa uno ancora più scuro per dare volume.
Dentro, invece, si danno dei tocchi di bianco.


Anche con il cappello si notano le stesse sfumature, la regola è la stessa, colore di fondo, pennellate medie e scure e una volta asciutto si passa il bianco per dare spessore e tono.

Ma non esagerate col tutto.
Un ottimo esempio ce lo da anche un faro cartonato della rivista Tegola mania n.9 del 2009, quando dipinge i mattoni del faro.
Dopo aver disegnato sulla tegola i mattoni passa a dipingere prima il fondo, poi col marrone  scuro le linee dei mattoni sia orizzontali che verticali e le sfuma ai bordi, poi con l’acrilico bianco da dei colpi di luce ai bordi e nell'angolo in alto. 
In questo  modo l’effetto profondità è assicurato.
Anche con la porta, con tre semplici colori sono riusciti a lumeggiare molto bene.



Ricapitolando non dimenticate di:
avere a disposizione sempre il bianco;
non lumeggiare troppo se non in alto e davanti;
aspettare che il lavoro sia asciutto prima di passarci il bianco.
Tre piccoli accorgimenti che vi potranno essere utili.
Daggry



Nessun commento:

Posta un commento