siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


lunedì 24 dicembre 2012

pupazzi di neve


"Velkommen til North Pole" og "Jeans Seng"

Questi due simpatico omini di neve sono venuti, a bordo di un frigorifero volante, direttamente dal polo nord approfittando del freddo che ha invaso la nostra penisola.
Originariamente ne avevamo trovato solamente uno ed era in pessime condizioni poverino, l’abbiamo preso, ristrutturato e ne abbiamo fatti uscire due.



omino di neve Jeans Seng





pupazzo di neve Welkommen 





















Ecco come abbiamo fatto, questo è il nostro modo di augurare a
tutti voi un Sereno Natale
ed un Anno migliore di questo!! 


Velkommen til North Pole 





pupazzo di neve
Jeans seng











Velkommen til Northe Pole
Occorrente:
omino di neve comprato al mercato;
pasta di carta;
vinavil;
olio di vasellina;
carta igienica;
palloncino;
fogli di giornale;
lana vetro o ovatta sintetica (va bene anche quella per la cappa);
Cappellino di lana;
vestitino di lana;
scarpetta di lana;
palla di polistirolo medio-grande;
2 bottoni grandi per gli occhi;
bottone a forma di funghetto per il naso;
cordoncino dorato sottile;
spiedino di legno;
pezzo di compensato.

Preparazione:
prima di iniziare il nostro lavoretto, prendiamo il pupazzo di neve comprato al mercato. Quando lo abbiamo trovato era tutto rovinato, non aveva la bocca e il naso ed e l’ovatta era tutta stracciata. E in più gli accessori erano spaccati. Poverino!
Lo abbiamo preso, spogliato di tutto, tolta la poca ovatta rimasta e ne abbiamo fatto 2 pupazzi.

Per Velkommen abbiamo usato solo gli abiti (compreso le braccine), mentre il corpo lo abbiamo conservato per Jeans seng.

Gli abiti sono stati lavati e profumati.
Intanto, gonfiate il palloncino (deve entrare nel vestitino) e ricopritelo con la carta igienica incollatela con la colla vinavil.
Aspettate che si asciughi e fate più strati con la carta.
Il palloncino deve risultare rigido. Per gli ultimi due strati usare le striscette di carta di giornale sempre imbevute con la colla vinavil.
Quando il palloncino è rigido (ci vorranno un paio di giorni. Lasciate asciugare all’aria perché la vinavil potrebbe risultare pericolosa con i riscaldamenti).
Prendete l’ovatta sintetica e rivestite tutto il palloncino (il palloncino dovrebbe essere scoppiato con un ago, ma anche se lo lasciate così non succede niente, noi lo abbiamo lasciato integro, tanto poi si sgonfia da solo col passare del tempo!) incollandolo con la vinavil. Anche per quest’operazione ci vuole un po’ di tempo.
Prendete la pallina di polistirolo e rivestitela con l’ovatta (per la testa).
Poi incollate testa e corpo.
Una volta che i due sono attaccati bene, vestite Velkommen. Prima il vestito verde che abbiamo un po’ incollato per mantenerlo fermo, poi il cappellino e infine la sciarpetta.
(la nostra esperta di maglia ci ha detto che il vestitino è stato fatto con un giro di ferri a 5 ferri, abbastanza complicato se non si è esperta di maglia. Meno male che lo abbiamo trovato già fatto!).
Poi incollate i bottoni per gli occhi e quello per il naso.
Per la bocca gli abbiamo incollato un cordoncino sottile color oro.
Incollate sul retro lo spiedino sul pezzetto di compensato dopo aver scritto una frase carina e poggiatelo su uno dei lati del braccio.

Jeans Seng

Jeans seng lo abbiamo creato come regalo per un nuovo sito di jeans (vi daremo il sito).

Occorrente:
corpo di polistirolo dell’omino di neve;
jeans per bambini;
colla vinavil;
lana vetro o ovatta sintetica;
lana verde bosco;
ferri n.6;
occhi di vetro  o perle per collane grosse;
perline più piccole per la bocca;
chiodini d'argento per collane;
rocchetta di filo ocra del colore delle cuciture del jeans;
macchina per cucire.

Preparazione:

corpo:
Prendete il corpo rimasto dal precedente omino e rivestitelo con l'ovatta sintetica. (spargete sul corpo di polistirolo la colla vinavil e premete forte per far aderire l'ovatta, lasciare asciugare).
Intanto preparare il vestito. 
vestitino:
Prendete il jeans per bambini e tagliate tutta la parte superiore (è questa che ci servirà) imbastite tutta la parte di sotto dove c'erano le gambine (deve risultare una barchetta ma attenzione a non fare le codine laterali perché una volta indossato potrebbe dare l'impressione di due gambine all'aria, ma se il risultato vi piace di più, per mantenere rigide le gambette, imbottitele di ovatta sintetica. 
La prima volta è accaduto anche  a noi, ma il risultato non ci è piaciuto allora, dopo alcuni momenti di sconforto ci siamo riprese tutte insieme a abbiamo rifatto la cucitura).
Provatelo con cautela sul corpo dell'omino. se va bene, passatelo sotto la macchina per cucire, non è un procedimento difficile anche le meno esperte come noi ci riescono.
una volta finito, fatelo indossare all'omino e cominciate il cappello.
cappello:
abbiamo optato per un cappello da elfo con la punta all'insù perché, non essendo esperte di maglia sarebbe stato difficile usare i ferri circolari. 
Con una lana verde bosco abbiamo avviato 30 maglie (ma il numero di maglie dipende dalla testa dell'omino) proseguire tutti i ferri a maglia dritta e diminuire lateralmente fino ad ottenere una sola maglia in cima. Chiudere la maglia e cucire con un uncinetto il cappello.
ai bordi ricoprirlo con un pò di vinavil e farlo indossare.

sciarpetta:
per la sciarpetta abbiamo fatto la stessa cosa, avviato 4 maglie e proseguito tutta  a ferro dritto, per la lunghezza abbiamo rispettato le proporzioni dell'omino.

braccine:
Siamo passati alle braccine,con i pezzo di jeans rimasti, abbiamo tagliato un rettangolo e passare a rovescio con la macchina per cucire.
Rovesciato sul davanti lo abbiamo imbottito prima di incollarlo con la vinavil. ma dato che si staccava, lo abbiamo poggiato su una bottiglia e passato per l'aereatore caldo per farlo asciugare prima (uscite però dalla stanza e areate una volta finito, perché i fumi della vinavil potrebbero essere pericolosi).
Nel frattempo abbiamo pensato al naso.

naso:
Abbiamo preso ancora un pezzo di jeans e tagliato a  triangolo, cucito, messo dentro l'ovatta sintetica e incollato con la vinavil.

occhi e bocca:
questa volta abbiamo usato per gli occhi due perle e incassate dentro il polistirolo con i chiodini d'argento che si usano per le collane fai da te,  e per la bocca 5 perline più piccole attaccate con lo stesso metodo ma distanziate a formare una bocca sorridente.


God arbeid (buon lavoro).Daggry               



Jeans Seng e Velkommen Vi augurano ancora un 

Buon Natale 



jeans seng
jeans seng

braccino
particolare braccino


asciugatura omino

omino di neve

omino di neve
sciarpetta

omino di neve
bracino e pantalone di jeans 

cappello di lana
IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK

se volete consigli:


jeans seng
particolare


jeans seng finito
Il pupazzo di neve, costruito appunto con la neve è un simpatico omino paffuto, generalmente realizzato con due palle incastrate l’una sull’altra di diverse dimensioni.
Lo si modella poi a seconda dei materiali a disposizione e lo si associa al Natale.

omini di natale
jean seng
omino comprato al mercato

retro dell'omino comprato al mercato






Probabilmente le sue origini sono pagane, e incarna lo spirito dell’inverno , ma non è d’origine occidentale, perché in Giappone sono stati ritrovati testi che ne descrivono la fisionomia.




In occidente comunque, la prima immagine di un pupazzo si trova nel “Libro d’ore”(1380) custodito nella biblioteca dell’Aia (Paesi Bassi).

Nessun commento:

Posta un commento